Le mamme di cui nessuno parla


Tra gli ultimi articoli pubblicati dalle riviste femminili on-line come colpo di coda di fine anno, ce ne sono stati alcuni dedicati alle "supermamme".
E chi saranno mai, queste supermamme? Così, su due piedi, mi verrebbe da dire Samantha Cristoforetti, ma poi apro i vari articoli e tra le supermamme trovo annoverate: Kate Middleton  (qui), Kylie Jenner (QUI in link), Chiara Ferragni (qui)...

MI PRENDETE IN GIRO? 

Scusate, ma io nutro forti dubbi che si possa definire supermamma una persona che (fortuna sua) è aiutata da uno stuolo di tate, domestici, assistenti, e personal trainer.
Io non ho figli, ma una mia amica (coetanea) ha due maschietti di 3 e 5 anni, e il più piccolo, a Natale si è esibito in una personalissima reinterpretazione dell'Esorcista vomitando 5 volte a tavola durante il pranzo di Natale. Lei sclera? No, si tappa il naso, pulisce tavola e bambino e ricomincia a servire le portate, mentre il marito spruzza deodorante per ambienti. Io credo che Kate Middleton non abbia mai pulito il vomitino santo di baby George dalla tovaglia in tessuto di Fiandra dalla tavola della Regina. I reali hanno la tata spagnola, Maria Borallo, che solleva la mamma dagli ingrati compiti gestionali della prole.
Per non parlare della assistente personale che agevola Kate occupandosi della sua agenda.
Ho una cugina con tre figli che ogni giorno, sul suo telefono, imposta almeno 18 sveglie, da quella che le ricorda di dare le vitamine ai pargoli, a quella che le fa presente che tra dieci minuti ha l'appuntamento per il pap-test al consultorio. Come non sia ancora impazzita, non lo so.
Chiara Ferragni riceve a domicilio i migliori make-up artist e parrucchieri di Milano, che la fanno apparire impeccabile senza il minimo sforzo, mentre lei altro non fa che stare seduta a farsi selfie.
Conosco donne che mentre sono sedute sul water, riescono a farsi la tinta per capelli e la manicure contemporaneamente (tutto questo all'alba delle 5, mentre marito e frugoletti dormono ancora della grossa), e si presentano puntuali in ufficio pronte a 10 ore di lavoro ininterrotto.
Le supermamme incoronate si fanno scarrozzare in giro dallo chaffeur, quelle che conosco io cambiano pure la ruota di scorta.
Le mamme vip tornano in forma in dieci giorni dal parto (con grandi plausi dei media, manco fossero premi Nobel per la medicina), grazie a nutrizionisti cintura nera di Dukan e personal trainer arrivati da Mister Olympia.
Le mamme non super, sì, quelle che nessuno calcola, lottano contro il roderello di pancetta che proprio non se ne vuole andare, nonostante si siano messe a minestrone da sei mesi, e che in palestra non riescono proprio ad andare, perché non hanno nessuno a cui lasciare il neonato. Fanno un po' di addominali sul tappeto tra una poppata e l'altra, quando non devono pulire la casa o lavorare.
Principesse supermamme? Ma di cosa stiamo parlando?
Le supermamme siete voi, vostra sorella, la vostra amica, la vostra vicina, la vostra collega che per gustarsi un pranzo tranquillo senza strilli o vomiti a getto, strappa a morsi una pizza fredda con una Corona calda (e senza limone) in macchina, nel parcheggio dell'Esselunga.
Tutto il resto è ipocrisia.

Commenti

  1. Brava Felicia hai piebamenpi ragione sono le mamme comuni le vere e grandi supermamme

    RispondiElimina

Posta un commento

E tu, cosa ne pensi?

Post più popolari