Come trasformare una fanfiction Wattpad in un romanzo



"In che senso trasformare? Non basta unire tutti i capitoli e pubblicarla su Amazon?"
No.
Altrimenti, quelle su Wattpad sono tutte dei romanzi.
Dopo aver letto diversi romanzi che in origine erano fanfiction (pubblicate su Wattpad o altri siti) ho pensato di riassumere quelli che per me sono passaggi chiave per far maturare l'opera da una forma all'altra.
Prima che qualcuno s'inalberi al grido: "ke ne say tuuuuuhhhhh?! Tu nn skrivi fanfikscioooooo!", premetto che non le scrivo ORA, ma dai 16 ai 25 anni le ho scritte su EFP, quindi, anche se ora non "esercito" più, un po' di esperienza sul campo l'ho raccolta.
Partiamo dicendo che i problemi principali della fanfiction e che saltano all'occhio quando esse vengono ripubblicate come romanzi sono:
  1. la lunghezza;
  2. la ripetitività;
  3. la frammentarietà;
  4. la vaghezza;
  5. le forzature.
La causa di queste 5 tare è principalmente l'origine e il funzionamento della piattaforma. 
Wattpad è un social, funziona come tale, con i numeri: chi ha più follower, chi ha più views (dicesi anche letture), chi ha più recensioni, quanto più è salvata la storia quindi l'autore, per dare visibilità alla storia spesso cerca di mettere in atto strategie che lo favoriscono. Tipo quali: una storia di pochi capitoli avrà meno letture di una con più capitoli, questa è un'equazione matematica, quindi la tendenza è allungare la storia il più possibile. Oppure si chiede ai follower di arrivare a tot views per pubblicare il capitolo successivo (una volta lessi proprio "Finché non arriviamo a 100mila views non pubblico il nuovo capitolo") oppure capitoli bonus promessi in base al numero di recensioni ricevute, oppure "Se arriviamo a X views faccio mettere insieme il personaggio X con il personaggio Y". Insomma, la fanfiction è un po' serva delle letture e luna volta trasformata in romanzo si sente.
Ecco 6 cose da fare per dare alla fanfiction la forma (e la leggibilità di un romanzo):
1 - TAGLIA
I romanzi ex fanfiction spesso arrivano a 1 milione di battute, ma a meno che non abbiate scritto Guerra e Pace, la storia va dimezzata. Cosa??!?!? Sì, dimezzata. Toh, 600mila battute al massimo ma poi basta. A finire nel cestino saranno tutti quei capitoletti scritti solo per aumentare l'hype in vista di un plot twist, ma che non servono davvero alla trama.
2 - VIA I FANSERVICE
Togli tutte quelle cose fatte per compiacere i lettori al fine di ottenere più views (tipo relazioni o rotture forzate etc... etc... etc...), se la storia prende una piega forzata, nel romanzo si sente. Se avevi in mente altro, per quei personaggi, dai vita alla tua voce di autore, non di adulatore.
3 - DAI UNITA' AL TESTO
Spesso i romanzi ex fanfiction risultano frammentari, un po' come pezzi di puzzle diversi assemblati male, che rendono difficile vedere la figura intera. Questo perché spesso le ff vengono scritte anche sull'arco di anni, prese, abbandonate, riprese, messe in stand by, riproposte in chiave diversa e tutto ciò nella lettura globale si sente. Cambia il ritmo narrativo, le caratterizzazioni dei personaggi, lo scorrimento dell'asse temporale, personaggi che spariscono nel nulla perché non servono più, quindi il lavoro dell'autore è di riprendere tutti i fili pendenti e chiudere i buchi nel maglione.
4 - TOGLI I RIASSUNTI
Le fanfiction vengono portate avanti per settimane, mesi, a volte anni, quindi l'autore spesso inserisce a inizio capitoli un riassunto stile "Nelle puntate precedenti..." ma in un romanzo crea uno spiacevole effetto deja-vu, dato che invece il tempo di lettura è più contratto. Al lettore di romanzi non servono, quindi via.
5 - CARATTERIZZA I PERSONAGGI
Spesso le ff hanno come protagonisti personaggi famosi (cantanti, attori etc etc) e quindi, essendo noti, rendono inutile una caratterizzazione perché i lettori (spesso fan) sanno vita morte e miracoli del personaggio X. Oltre a cambiare il nome (perché non potete lucrare usando i diritti d'immagine di un'altra persona la cui vita non vi "appartiene") bisogna anche rendere vivo il personaggio che altrimenti sarebbe solo piatto e stereotipato.
6 - APPROFONDISCI IL CONTESTO
Il contesto della storia non è solo un contenitore random in cui buttare i propri personaggi a fare le cose che abbiamo in testa (Voglio che X abbia una relazione con la sua professoressa... ok, allora facciamo che siamo in un college), ma serve a dare credibilità alla storia. Cerchiamo di non farlo sembrare solo uno sfondo dipinto con le tempere o un cartellone con scritto "college", proviamo a ricreare le atmosfere e la dimensione del contesto. Come i personaggi, non deve risultare piatto, altrimenti sembra solo una scenetta di burattini.

Sono un sacco di cose e un sacco di lavoro ma, ehi, vuoi far diventare la tua storia un romanzo, lo sai che gli autori riscrivono i propri romanzi 2, 3, 4 e passa volte? Già, ecco questi consigli servono a rispettare il tuo lavoro e dedicagli l'impegno che merita.
 

Commenti

Posta un commento

E tu, cosa ne pensi?

Post più popolari